Festa Parrocchiale 2014

festa2014

Salve a tutti! Mi presento: sono don Manrico, Parroco di Santa Giulia Billiart dal 1 settembre 2013. È la prima volta che scrivo su “Viavai”, e lo faccio per presentarvi la Festa di Santa Giulia. Nelle prime settimane a Tor Pignattara ho ricevuto un caloroso benvenuto, e molti, incontrandomi per strada, mi fermavano suggerendomi: «Mi raccomando … rimetta la Festa!». Eccomi qui a dirvi: «il 16-17-18 maggio avremo di nuovo la Festa di Santa Giulia». Perché ritornare a farla? E poi, non bastano già quelle delle altre parrocchie, forse più grandi e ben messe?

Credo innanzitutto che il nostro quartiere abbia bisogno di incontrarsi di nuovo, di divenire un luogo di uomini e di donne che si relazionano, che si salutano, che camminano per le strade della parrocchia senza sentirsi estranei o fuoriposto. Necessitiamo cioè di conoscerci, guardarci in faccia, scambiarci sorrisi e saluti, mangiare e pregare insieme.

Credo poi che i nostri ragazzi abbiano diritto a costruirsi una memoria, vale a dire devono avere anche loro la possibilità di vivere esperienze da raccontare, come la generazione che li ha preceduti. Traspare in tanti racconti, purtroppo al passato, la sensazione che la Festa avesse avuto la capacità di rendere questa parte di Tor Pignattara una vera comunità, quasi una famiglia, e non solo gli abitanti di un quartiere problematico. Lavorare insieme, cucinare e mangiare insieme, divertirsi insieme, pregare insieme … era come se tutti, partecipando, realizzassero qualcosa di bello che dava un colore diverso alla convivenza quotidiana.

Non vorrei che la Festa fosse solo una serie di eventi, sacri e profani, da giudicare singolarmente, come si può valutare un film o un concerto. No, vorrei che la Festa sia un risveglio, un tempo insieme, perché Tor Pignattara ha una Tradizione che non è sotto assedio, ma che corre il rischio di scomparire pericolosamente in silenzio. La Festa non può e non vuole risolvere i problemi della nuova fisionomia del quartiere, ma credo possa diventare l’occasione per uscire dall’anonimato, mettendoci di nuovo la faccia, incontrandoci, nella speranza di sentirci di nuovo una comunità. Buon Risveglio, Buona Pasqua!

 

Link Correlati

Articolo di Chiusura

Foto della festa